mappa dell'Alto Adige
Favourite Di rifugio in rifugio nel cuore delle Dolomiti 7931f717977431a1f970d5be93746375
Alpe di Siusi
Altro escursionismo
Alpe di Siusi Marketing
Via del paese 15
39050 Fiè allo Sciliar (Italy)
Tel.: +39 0471 709600
E-Mail: info@seiseralm.it
Homepage: http://www.seiseralm.it
  Roter Hahn email Di rifugio in rifugio nel cuore delle Dolomiti (7931f717977431a1f970d5be93746375)
  Roter Hahn homepage Di rifugio in rifugio nel cuore delle Dolomiti (7931f717977431a1f970d5be93746375)
Difficoltà media
Lunghezza percorso 32,899 km
Durata 10 ore 28 min
Dislivello in salita 1794 m
Dislivello in discesa 1794 m
Altitudine 2563 m 1670 m
GPX Download
Tecnica
Condizione
Esperienza
Paesaggio
Percorribile
Gen Feb Mar Apr Mag Giu
Lug Ago Set Ott Nov Dic

Un “must” per tutti gli amanti delle Dolomiti: quest’escursione di alcuni giorni alla volta dei rifugi si snoda tra le località più incantevoli dell’area vacanze Alpe di Siusi, schiudendo una vista leggendaria sulle Dolomiti, dichiarate dall’UNESCO patrimonio dell’umanità. La prima tappa conduce sullo Sciliar che con la sua peculiare forma è la cima simbolo dell’Alto Adige. Il giorno successivo si procede in direzione del RifugioAlpe di Tires (privato) con il suo inconfondibile tetto rosso e poi del Rifugio Sasso Piatto, che troneggia sotto l’imponente parete rocciosa dell’omonima cima alpina.

 

 

Giorno 1

L’escursione si dipana da Compatsch sull’Alpe di Siusi. Il modo più rapido e comodo per raggiungere il più grande alpeggio in quota d’Europa è la Cabinovia Alpe di Siusi, la cui stazione a valle sorge a Siusi allo Sciliar (ampio parcheggio gratuito).

Da Compatsch si sale all’Hotel Panorama (in alternativa è possibile prendere la seggiovia), per poi scendere a Baita Saltner. Da qui, il sentiero si snoda in svariati tornanti sino all’altipiano dello Sciliar e al Rifugio Bolzano (2.457 m) che, in virtù del suo singolare aspetto viene chiamato anche “il castello tra i monti”.

 

Il nostro consiglio: il tramonto sul Petz, il punto più alto dello Sciliar (2.564 m), è un’esperienza imperdibile per tutti gli amanti della natura. La vetta è raggiungibile dal Rifugio Bolzano in 15 minuti: da qui si schiude una sontuosa vista panoramica a 360°, che abbraccia le vette dolomitiche al rosseggiare della sera.

 

Durata: 3 ore e ½

Lunghezza: 9,2 km

Dislivello in salita: 827 m

 

Giorno 2

Il giorno successivo ci attende un dislivello meno impegnativo, sebbene il percorso che si dipana dal Rifugio Bolzano attraverso l’Alpe di Tires sino al Rifugio Sasso Piatto sia piuttosto lungo. Tutto il tour si snoda nello scenario fiabesco delle Dolomiti, tra cui il Catinaccio, il Gruppo del Sassolungo e addirittura la vetta più alta, la Marmolada.

Lungo la dorsale dello Sciliar, si sale leggermente in direzione della Cima di Terrarossa, dove la via devia ripidamente, lasciando intravedere il suggestivo tetto rosso del Rifugio Alpe di Tires (2.441 m), che invita a una pausa ristoratrice. Il padrone di casa senior ha costruito con le sue stesse mani il rifugio, aprendo le vie ferrate Maximilian e Laurenzi, che partono proprio da qui. Nel 2015, la struttura è stata in parte ristrutturata e rinnovata, diventando un gioiello architettonico dell’Alto Adige.

Seguendo le indicazioni, si prosegue agevolmente in direzione del Rifugio Sasso Piatto, dove trascorriamo la seconda notte.

 

Durata: 4 ore

Lunghezza: 12,1 km

Dislivello in salita: 499 m

 

Giorno 3

Il Rifugio Sasso Piatto sorge in una posizione tranquilla, nel cuore di un suggestivo paesaggio naturale e per vivere un’esperienza ancora più intensa, vi suggeriamo di non perdere il tramonto sull’omonima cima.

Dal rifugio alla croce di vetta, in poco meno di 1 ora e ½, superiamo un dislivello di circa 650 m. Ma l’incantevole panorama ripaga di ogni sforzo e la colazione del rifugio è ancora più gustosa.

L’escursione, che consente di ammirare l’Alpe di Siusi in tutta la sua maestosità, conduce infine verso Saltria, passando per la Baita Murmeltierhütte, per poi riportarci al punto di partenza di Compatsch.

 

Durata: 4 ore                                                                 

Lunghezza: 11,8 km

Dislivello in discesa: 705 m

Il punto di partenza e arrivo del tour è Compaccio sull’Alpe di Siusi, che si raggiunge con l’omonima cabinovia o con la linea 10 da Siusi allo Sciliar, passando per Castelrotto. Possibilità di parcheggio presso la stazione a valle della cabinovia Alpe di Siusi.

La strada che porta all' area di tutela paesaggistica Alpe di Siusi è chiusa al traffico privato dalle ore 9 alle 17. Dalle 9 alle 17 l'Alpe di Siusi può essere raggiunta tramite la Cabinovia Alpe di Siusi oppure con l'autobus. Il ritorno da Compaccio verso valle può essere effetuato in qualsiasi momento.

https://www.seiseralm.it/it/info/mobilita/servizio-autobus.html

https://www.seiseralm.it/it/info/mobilita/cabinovia-alpe-di-siusi-estate.html

In conformità con la Direttiva 2009/136 /UE, ti informiamo che questo sito Web utilizza cookie tecnici propri e di terze parti, in modo da consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.
Ulteriori informazioni sui cookie Accetta i cookie